cosa fare a torino

Torino, un tempo conosciuta solo come grande città industriale, si è oggi liberata della sua fama di città “grigia e spenta” ed ha acquisito una vivacità sociale e culturale notevole.
A Torino ci sono moltissime cose da fare e da vedere. voli torino
gli amanti dell’arte e della cultura avranno modo di ammirare le Residenze Sabaude, ossia tutti quei palazzi (circa una quindicina) appartenuti alla famiglia reale dei Saovia, oggi tutelati dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. Parecchi di essi si trovano nel centro città ed ospitano musei e collezioni d’arte visitabili, come Palazzo Reale, Palazzo Madama e Palazzo Carignano (sede del Museo del Risorgimento). L’offerta museale è però molto più vasta; tra i musei che meritano assolutamente una visita ci sono il Museo Egizio (il secondo al mondo per importanza dopo quello di Il Cairo), il nuovissimo MAO (Museo d’Arte Orientale) ed il Museo del Cinema, ospitato all’interno della Mole, la costruzione simbolo di Torino.
Un altro possibile percorso è quello che ci porta alla scoperta delle Chiese Torinesi, dal Duomo (nel quale è custodita la Sacra Sindone) al bel Santuario della Consolata ed alla Chiesa della Gran Madre di Dio, con il suo bellissimo affaccio sul Po. Allontanandoci un po’ dal centro, la Basilica di Superga ci offre la possibilità di ammirare la città dall’alto e di ricordare la squadra del Grande Torino, il cui aereo si schiantò proprio su questa collina.
Per gli amanti dello shopping è invece d’obbligo una passeggiata per le vie del centro, partendo da Piazza Statuto per percorrere via Garibaldi fino a Piazza Castello e poi via Roma o la parallela Via Lagrange, sede delle migliori boutique, fino alla stazione ferroviaria di Porta Nuova. Una deviazione verso il Po ci porterà poi al Parco del Valentino ed all’omonimo Castello, meta favorita dai torinesi per i pomeriggi di relax.
La vita notturna torinese ha 2 punti di attrazione principale: il Quadrilatero Romano, nella zone antica, e la zona di Piazza Vittorio e dei Murazzi lungo il fiume. Qui si consuma il rito dell’aperitivo (non dimentichiamo che a Torino fu inventato il Vermouth!), che si prolunga fino a notte fonda.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.