Cosa si fà nei parchi avventura

I parchi avventura sono dei luoghi in cui è possibile riscoprire vivere attimi di pura adrenalina, con questo termine si indicano percorsi sospesi in aria sfruttando alberi oppure supporti artificiali; qui, lo sportivo o un qualsiasi appassionato, può cimentarsi difficoltà “a circuito” più o meno lunghe sotto la supervisione di una guida ma comunque in autonomia.

I parchi avventura sono più specificatamente chiamati parchi acrobatici forestali e sono dei percorsi atti a misurare l’agilità, la forza, la velocità e la resistenza di chi decide di visitarli; le installazioni si trovano tra un albero e l’altro, dispositivi di sicurezza sono certificati. Ogni PAF è diviso in settori adatti ai bambini, principianti oltre che sportivi più esigenti (i quali vogliono superare i propri limiti); prima di iniziare un qualsiasi percorso è obbligatorio imparare ad usare i DPI e solo successivamente si avrà il permesso di salire sulla piattaforma di partenza.
Botti impilate e sospese nel vuoto, piattaforme mobili, funi e reti sono certamente gli elementi caratterizzanti di un parco avventura; l’utente potrà muoversi esclusivamente facendo affidamento alle proprie energie e alla propria forza d’animo: anche se difficoltosi, i vari percorsi mettono alla prova il proprio carattere in modo da imparare ad usare a pieno le proprie doti naturali. 

Molti amano recarsi in questi luoghi anche per respirare la sana atmosfera naturale, il parco avventura si trova immerso nel verde e le diverse attrezzature sono principalmente in legno; non rappresentano un pericolo per lo sviluppo arboreo in quanto la fissazione delle stesse è stata progettata in modo da non ledere la salute degli alberi.

Divertimento e natura: un connubio ideale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.