Finanziamenti a fondo perduto: Come funzionano

I finanziamenti a fondo perduto sono dei prestiti agevolati che normalmente vengono concessi dalle Regioni, dai Comuni o dallo Stato oppure dall’Unione Europea.
Sono prestiti pensati per agevolare determinate tipologie di soggetti che vogliono iniziare un’attività di lavoro. Anche le aziende già operative possono partecipare ai vari bandi di concorso.

Per finanziamenti a fondo perduto si intendono quei prestiti che non dovranno essere restituiti e che sono spesso utilizzati per iniziare a lavorare senza doversi preoccupare anche della restituzione di un debito.

Gli enti erogatori occasionalmente propongono dei bandi, attraverso cui è possibile fare richiesta per questo tipo di finanziamento. In genere si facilita l’accesso ad attività che sorgeranno in aree a rischio o degradate oppure si facilitano le categorie giovani o femminili.
Per accedere e riuscire ad ottenere il denaro, si devono avere tutti i requisiti presenti nel bando. Inoltre si dovranno presentare dei progetti appositamente realizzati per essere in linea con il bando stesso.

Il finanziamento a fondo perduto è stabilito e tutelato da alcune leggi come la 95 del 1995 per l’imprenditorialità giovanile e la legge 215 del 1992 per quella femminile.
Questo tipo di finanziamento è richiedibile anche se, contemporaneamente, si usufruisce di fondi agevolati o simili.

Fai un salto su LeFinanziarie.it il sito sulle agenzie finanziarie, per avere maggiori informazioni su questo tipo di prodotto e per vedere l’elenco delle finanziarie italiane.
Se invece volessi richiedere il preventivo di un prestito personale online, all’interno delle pagine di questo sito, troverai un piccolo form da compilare con pochi e semplici dati, grazie al quale riceverai una lista dei migliori prestiti adatti a te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.