L’importanza nella scelta delle porte e serramenti

  • Case

Da numerosi sondaggi effettuati e varie statistiche è emersa una realtà inaspettata: Firenze è una delle città meno sicure d’Italia, con un alto tasso di criminalità e pericolosità. Al fine di rendere Firenze una città più sicura, le forze dell’ordine si stanno mobilitando in tutti i modi per rendere la loro attività molto più incisiva nel contrastare i fenomeni che si verificano di microcriminalità. Oltre alle forze dell’ordine, anche numerose ditte di produzione di porte e finestre si stanno dando da fare meticolosamente per migliorare la sicurezza delle abitazioni e rendere un po’ più tranquilli gli abitanti delle stesse. Una tra queste rinomate aziende di Firenze è la “Zangarelli S.r.l.”, la quale realizza porte e serramenti volti a rendere porte e finestre estremamente resistenti soprattutto a scassi, forzature e ad ogni tipo di effrazione.

Oltre all’azienda giusta è di rilevante importanza scegliere il materiale adatto e capace di resistere maggiormente a tentativi di scasso. I materiali in questione sono: PVC, alluminio e ferro. La produzione di porte e serramenti prevede, quindi, un utilizzo maggiore di questi materiali perché considerati quelli più solidi e resistenti in circolazione. Vediamo più dettagliatamente i motivi per i quali scegliere uno di questi materiali per aumentare la sicurezza del proprio appartamento.

PVC: Il policloruro di vinile è un materiale termoplastico sempre più utilizzato in tutto il mondo perché si ricava da risorse naturali quali sale e petrolio. Contiene, infatti, il 57% di cloruro di sodio ed il 43% di petrolio. E’ davvero importante introdurre nella propria abitazione un materiale solido e sicuro, ed il PVC è in grado di soddisfare le vostre richieste per una casa più sicura. Serramenti e porte in PVC garantiscono durata e resistenza a lungo termine. Inoltre, tale materiale è un ottimo isolante termico ed acustico. Un’altra proprietà davvero importante è il fatto che il PVC è un auto-estinguente. Non ha bisogno, poi, di una manutenzione. Basterà una semplice pulizia con detergenti neutri o acqua tiepida, perché questo materiale resiste anche all’acqua e ad agenti atmosferici.

ALLUMINIO: Questo materiale risulta essere molto utilizzato per la produzione di serramenti e porte. Estremamente elegante, raffinato e moderno, questo materiale vanta una resistenza ammirevole sia dal punto di vista meccanico che rispetto agli effetti che gli agenti atmosferici possono provocare. A differenza del PVC, l’alluminio ha una conducibilità termica elevata, sfavorendo l’isolamento termico. Ma questo problema viene risolto ricorrendo alla tecnica del taglio termico: tra l’esterno e l’interno del trafilato vengono inseriti dei materiali che hanno una conducibilità termica più bassa. Una delle tecniche più diffuse utilizza l’infiltrazione di una schiuma poliuretanica. Spesso vengono realizzate anche finestre e porte unendo l’alluminio con il legno, mescolando l’isolamento termico del legno con la robustezza e solidità dell’alluminio.

FERRO: Sin dai tempi dell’Antica Roma il ferro è stato uno dei materiali più utilizzati per la costruzione di serramenti. Con il passare del tempo, però, tale materiale è stato scavalvato da materiali come il PVC e l’alluminio. Il ferro rimane comunque un materiale solido e valido per la sicurezza.

E’ importante, prima di scegliere il materiale, accertarsi che esso garantisca una buona impermeabilità dall’acqua, che abbia proprietà sia isolanti che termiche, che sia resistente a determinati agenti chimici e agli agenti atmosferici, che duri nel tempo senza bisogno di eccessiva manutenzione, che sia auto-estinguente e che sia in grado di resistere a qualsiasi tipo di effrazione. Il legno è un materiale esteticamente bellissimo ed apprezzabile, ma richiede troppa manutenzione. Per questo motivo è consigliato scegliere o serramenti in alluminio con taglio termico, oppure serramenti in PVC, in quanto quest’ultimo è provvisto di tutte le caratteristiche necessarie. E’ consigliato anche utilizzare doppi o tripli vetri per garantire un maggiore isolamento acustico. Ultima annotazione, ma non per importanza: il PVC è un materiale riciclabile. Questa proprietà è davvero importante e non bisogna trascurarla.